HOME » APPLICAZIONI » Geologia » Monitoraggio Frana

Monitoraggio Frana

Di fronte alla necessità di monitorare l’evoluzione dei movimenti franosi che interessano la stazione ferroviaria è stato predisposto un sistema di acquisizione formato da differenti tipologie di sensori geologici e meteorologici quali deformometri, inclinometri biassiali, celle di carico, misuratori di portata, piezometri, pluviometri, ecc. Tale sistema permette di allertare in tempo reale, segnalando tempestivamente ogni piccolo movimento franoso, il personale di servizio predisposto alla sorveglianza.
I dati puntuali di ogni singolo strumento vengono acquisiti da un datalogger, dotato di software sviluppato ad hoc per il controllo dei movimenti franosi.
A percepire gli spostamenti della frana profonda sono gli strumenti posizionati “in foro” come ad esempio gli inclinometri biassiali ed i piezometri. Mentre per monitorare i movimenti indotti sul muro di contenimento vengono utilizzate altre tipologie di sensori come ad esempio i deformometri e le celle di carico.
Il programma di gestione è in grado di riconoscere le condizioni di “Allarme Frana” confrontando le misure istantanee con le misure di riferimento storiche. La logica di “Allarme Frana” prevede che almeno 3 misure (non importa se appartenenti allo stesso pozzo o meno) debbano superare per 2 cicli consecutivi la soglia di allarme (con segno congruo = spostamento della misura nella stessa direzione) per poter decretare lo stato di allarme frana.
In maniera analoga vengono analizzate le misure provenienti dai sensori deformometrici e dalle celle di carico per determinare eventuali spostamenti del muro di contenimento.
Al superamento delle soglie impostate vengono attivate varie segnalazioni ed impartiti i comandi per la gestione dell’emergenza.
In condizioni normali il sistema è in grado di acquisire i valori storici utili ai geologi per controllare e studiare l’evoluzione lenta dei fenomeni, così da generare i grafici polari delle deformate inclinometriche di ogni singolo pozzo e, conseguentemente, settare le soglie di allarme lento per essere avvertiti mediante messaggi SMS del raggiungimento di determinati valori di controllo.
Il sistema è dotato di numerosi dispositivi di controllo della propria affidabilità e continuità di funzionamento essendo costantemente connesso con altre apparecchiature, poste presso la locale stazione ferroviaria e le postazioni remote, con le quali si scambiano continuamente messaggi per verificare il funzionamento (watch-dog) e il controllo delle linee di trasmissione dati.