Nuovo traguardo raggiunto in Perú


Lo scorso 27 gennaio 2014, a Lima è stato sottoscritto un contratto di fornitura di materiale e servizi tra SIAP+MICROS Sucursal del Perù e SEDAPAL per la “Acquisizione e implementazione di stazioni idrologiche per il modello di simulazione integrata delle risorse idriche”.

Il contratto prevede la fornitura “chiavi in mano” di 14 stazioni idropluviometriche, con collegamento alla centrale del SEDAPAL tramite comunicazione satellitare GOES o GSM/GPRS.

Le stazioni saranno per la maggior parte dotate di misura del livello idrometrico e sensore di precipitazione. In alcune stazioni, completa la dotazione strumentale, il sensore di velocità e direzione del vento, la radiazione solare, il barometro e il sensore di temperatura ed umidità. Il progetto verrà realizzato con la collaborazione dei nostri partner locali, che da anni collaborano con soddisfazione dei clienti nella regione Peruviana.

INTROMET 2014 – Chennai (India)


Siap+Micros è fiera di annunciarVi che nei giorni dal 21 al 24 di febbraio 2014 saremo presenti al Simposio intitolato “INTROMET 2014: International Tropical Meteorology Symposium on Monsoons-observation, prediction and Simulation (MOPS)” INTROMET 2014: Simposio Internazionale sulla Meteorologia Tropicale circa l’osservazione, la previsione e la simulazione dei monsoni (MOPS).

Tale evento si terrà in India, presso la sede dell’Università SRM nella città di Chennai (Madras) e viene orgaizzato, appunto, dalla stessa università e da IMS – Indian Meteorology Society (Società Meteorologica Indiana).

Durante il simposio, all’inerno di una sessione plenaria, si parlerà di noi e della nostra esperenza ed inoltre Siap+Micros sarà uno tra i pochi fortunati ad avere la possibilità di essere presente anche come espositore: ci potrete trovare per tutta la durata del simposio nel corridoio dell’auditorium T.P. Ganesan, alla SRM.

Visitate il sito web della manifestazione: www.srmuniv.ac.in/intromet2014

Vi aspettiamo numerosi.

Aggiudicazione gara internazionale di fornitura e installazione di strumentazione meteorologica in Etiopia

Il 29 novembre scorso si è raggiunto uno dei traguardi e obiettivi che tutto il team di Siap+Micros si era prefissato per l’anno 2013. In questa importante giornata è stato siglato il contratto con il “Ministero dell’Acqua e Energia (MoWE)” della “Repubblica Federale Democratica dell’Etiopia” per la “Fornitura e installazione di strumentazione hardware e software per la rete idrologica di acquisizione ed elaborazione dati“. L’aver acquisito una commessa così importante per un’Azienda italiana come Siap+Micros, è fonte di grande orgoglio e, al tempo stesso, di forte senso di responsabilità. La nostra “mission” sarà quella di riportare ai livelli del passato il pregio e la qualità dell’export “Made in Italy“.

Questo ambizioso progetto finanziato dalla World Bank è senza dubbio frutto di fiducia ad un Paese oggi in forte via di sviluppo. Questo segnale dato dagli investitori è supportato dal continuo cambiamento climatico, che interessa tutti i Paesi nel mondo, e dalla consapevolezza di dover salvaguardare il territorio, e la popolazione, tramite un attento monitoraggio. Di fatto, questo progetto pilota si andrà poi a replicare in altre realtà del territorio africano. Dunque l’Etiopia non per caso, essendo Addis Abeba oltre che la capitale nazionale anche città in cui  ha sede il quartier generale dell’UA (Unione Africana), che ad eccezione del Marocco, comprende tutti gli stati africani.

Il contratto stipulato da Siap+Micros, come capogruppo, si articola in vari lavori e servizi con durata complessiva di cinque anni: infatti, oltre alla fornitura ed installazione, sarà garantito, per l’intero periodo contrattuale, un servizio di manutenzione su tutta la strumentazione.

I numeri di questo progetto: ben 7 stazioni climatologiche e 43 idropluviometriche, entrambe in telemisura,  n. 20 freatimetriche, n. 22 pluviometriche, n. 4 termometriche tradizionali, n. 24 campionatori manuali di sedimenti, n. 4 correntometri e n. 7 BOC (Bank Operated Cableways). Tra queste, per 19 stazioni idrometriche reputate strategiche, è prevista oltre alla normale trasmissione GPRS, anche la ridondanza del dato in Centrale tramite tecnologia satellitare.

Questa rete avrà lo scopo di permettere la pianificazione e gestione razionale di tutte le risorse idriche dei bacini di Tana e Beles. Aspetto fondamentale è, quindi, un “sistema informativo dei fiumi e dei bacini” che copra tutti i dati rilevabili riguardanti le acque nel loro complesso, in termini di qualità, disponibilità, domanda attuale e futura delle risorse idriche. E’ chiara, dunque, la rilevanza e la necessità che assume questo progetto, nella sua globalità, per lo sviluppo futuro del territorio etiope.