Monte Antelao e Rio Rudan sorvegliati speciali

Sensori di precisione e sistemi di monitoraggio Siap+Micros S.p.A. scelti per un progetto proattivo di protezione civile

Lo scorso 5 maggio è stato consegnato il nuovo sistema di monitoraggio automatico del Rio Rudan, affluente del Boite, nel comune di Vodo di Cadore, 20 km a valle di Cortina d’Ampezzo. I tecnici della Regione Veneto hanno consegnato ufficialmente all’amministrazione comunale il sistema progettato e realizzato da Siap+Micros, in grado di mettere in allarme il sindaco e la popolazione, in particolare della frazione di Peaio, se nel torrente si dovesse formare una colata di detriti che, scatenandosi ad alta quota sul monte Antelao, può raggiungere lungo la discesa la velocità prossima ai 30 km/h e rappresentare una seria minaccia per le persone e le cose al suo arrivo a Peaio. [Nella foto le conseguenze della colata del 6 agosto 2018, il conduttore dell’escavatore era fortunatamente riuscito a mettersi in salvo].

Il torrente Rudan è noto da secoli per la sua pericolosità, il toponimo stesso significa appunto “rio danno”. Sin dal Trecento si hanno cronache di periodici danni ad edifici e anche di numerose vittime. In tempi recenti, nel 1999, i grossi massi trasportati dall’ennesima colata arrivarono ad ostruire quasi completamente la luce del ponte della statale d’Alemagna mettendone in pericolo la viabilità e facendo esondare le acque che danneggiarono diverse abitazioni.

Il sistema si compone di una stazione di rilevamento posta in alta quota (m 2.140) all’imbocco del Vallon dell’Antelao, dove una coppia di pluviometri, modello TP1KUW, controllano costantemente l’entità delle precipitazioni. Se la quantità di pioggia supera una soglia limite, tale da rappresentare il possibile innesco del movimento di detriti all’inizio del canalone, il datalogger modello DA18K, il vero cuore tecnologico di ogni stazione, invia direttamente un pre-allarme al sindaco di Vodo e ad altri incaricati reperibili, via sms e/o tramite chiamata vocale. Lungo la discesa, nel canalone, una seconda stazione tiene sotto controllo eventuali movimenti di detriti tramite funi a strappo debitamente tarate. Una terza stazione, posta sulla briglia, controlla altre funi a strappo.

Nel malaugurato caso si formi una colata detritica pericolosa lungo il vallone o in prossimità della briglia, l’elettronica custom made di stazione invia un segnale di allarme al sindaco inoltre, per proteggere passanti e turisti, mette in azione automaticamente una sirena ad alta potenza istallata sul campanile del paese e accende i semafori per chiudere il transito sul ponte della ciclabile sul Rio Rudan. Il progetto prevede infine l’istallazione, a cura dell’ANAS, dei semafori che provvederanno a bloccare il traffico sulla statale SS 51 di Alemagna.

In qualsiasi momento poi il sindaco o gli incaricati possono valutare lo stato del rio Rudan grazie alle immagini, visibili anche di notte (infrarosso) inviate in tempo reale dalle videocamere sia dalla stazione in quota sia dalla stazione di briglia. Tale controllo è possibile non solo dal computer di centrale ma anche da qualunque luogo tramite un qualsiasi smartphone o tablet.

Questo progetto, cui recentemente ha dedicato un servizio il TG della RAI regionale, ha impegnato particolarmente i tecnici di Siap+Micros. Normalmente le stazioni che istalliamo servono soprattutto a raccogliere i dati meteorologici ad uso degli specialisti, in questo sistema i dati raccolti ed elaborati dai datalogger DA18K si traducono, se necessario, in un avviso di allarme lanciato in tempo reale agli abitanti del luogo. D’ora in poi il rio Rudan non coglierà più di sorpresa gli abitanti di Peaio di Cadore.

EMERGENZA COVID-19: LA SUPEREREMO INSIEME

Gentile Cliente,

noi tutti stiamo vivendo un’esperienza nuova e difficile che ci fa preoccupare per la nostra salute, quella dei nostri affetti e per il nostro futuro.
Una nuova sfida che, di fronte ad un nemico invisibile e così pericoloso, ci ha imposto di cambiare il nostro modo di vivere e di lavorare.
Nonostante ciò, tutti noi, donne e uomini di Siap+Micros, siamo determinati a continuare a considerare il Cliente, e la sua soddisfazione, il nostro principale obiettivo.

In continuità con il proprio stile, Siap+Micros si è evoluta per adattarsi al cambiamento e rimanere pronta e flessibile al fine di rispondere alle vostre esigenze e supportarvi nell’erogazione di tutti i vostri servizi primari.
Nel rispetto e nella tutela della salute di tutti, dipendenti, collaboratori, famiglie e di tutto il personale impegnato in servizi di pubblica utilità, abbiamo riorganizzato le nostre attività sospendendo temporaneamente le visite dirette e abbiamo realizzato sale riunioni virtuali che consentiranno a noi e a voi la piena operatività. Vogliamo farti sapere che siamo sempre disponibili sulle piattaforme Zoom e Skype per garantire la qualità del servizio che ti aspetti.

La supereremo insieme, con orgoglio.

Allarme Acqua Alta a Venezia, monitorato e previsto l’evento eccenzionale dello scorso Novembre

Patrimonio dell’Unesco dal 1987, Venezia con i suoi canali, piazze e chiese rappresenta un motivo di vanto per l’Italia e gli Italiani. Posizionata all’interno della Laguna Veneziana, la città è un opera d’arte vivente che viene visitata da 25 milioni di turisti all’anno.

L’evento straordinario di “acqua alta” verificatosi recentemente a Venezia (vedi l’articolo: www.nytimes.com/2019/11/13/world/europe/venice-flood.html) ha evidenziato ancora una volta le problematiche generate dai cambiamenti climatici e la necessità di dotarsi di reti di monitoraggio idro-meteorologico efficienti ed accurate al fine di allertare prontamente le autorità e la popolazione.

Il termine acqua alta è un’espressione veneziana che indica il fenomeno dei picchi di marea particolarmente pronunciati che si verificano nella laguna Veneziana durante la stagione autunnale/invernale quando la marea astronomica, il vento di scirocco, il fenomeno della sessa in Adriatico (o anche tutti questi elementi) determinano un maggior afflusso di acqua nella laguna.

Il Centro Previsioni Maree svolge un importante ruolo in termini di centro previsionale della marea e del fenomeno “acqua alta” utilizzando dati provenienti da una rete di monitoraggio idro-meteorologico fornita e manutenuta da Siap+Micros S.p.A. all’interno della laguna Veneziana.

La necessità di eseguire un monitoraggio meteo-marino accurato, lo ha spiegato Alvise Papa (Resp. Centro Previsioni Maree) in una puntata di Linea Verde Life trasmessa nella giornata del 26 Ottobre. Al seguente link la puntata andata in onda su Rai Uno dove vengono anche ripresa la tecnologia fornita da Siap+Micros S.p.A.:
https://www.raiplay.it/video/2019/10/linea-verde-life—venezia-105fe3ce-a165-4cba-a15f-a8717c3654c4.html

Giunta Regionale della Campania – Centro Funzionale Multirischi di Protezione Civile – “Manutenzione ordinaria e straordinaria della Rete Integrativa di monitoraggio meteo-idro-pluviometrico in tempo reale”

Siap+Micros ha avviato l’attività di aggiornamento tecnologico della rete di monitoraggio integrativa in tempo reale della Regione Campania, con trasmissione dati tramite radiocollegamenti UHF, costituita da 190 stazioni e 20 ripetitori.

Nel corso delle attività di manutenzione è previsto l’aggiornamento dell’intera infrastruttura di comunicazione che prevede l’utilizzo di un protocollo di comunicazione standard, oltre all’aggiornamento di tutti i datalogger e della Centrale di Controllo. L’aggiornamento tecnologico consentirà alla Protezione Civile della Regione Campania di disporre di una rete di monitoraggio con intervallo di polling a 10 minuti caratterizzata dall’adozione di protocollo di comunicazione standard Modbus RTU e completamente aperta libera da vincoli di esclusiva o vincoli di riservatezza.

PORTO DI RAVENNA – Fornitura, installazione e manutenzione di un sistema di monitoraggio meteo-mareografico e delle correnti marine secondo standard WMO ed ISPRA

Siap+Micros è lieta di annunciare l’inizio dei servizi relativi alla fornitura e alla manutenzione di un sistema di monitoraggio meteo-oceanografico real-time per l’Autorità di Sistema Portuale del Mare Adriatico centro settentrionale.

Al fine di supportare l’Autorità Portuale nel monitoraggio ambientale e la gestione del traffico navale è stata fornita una soluzione che prevede l’invio dei dati rilevati tramite fibra ottica ad un centro di controllo dotato con Polaris WEB, software Web-Based all’avanguardia per la gestione e supervisione di reti di monitoraggio ambientale.

Il sistema, fornito chiavi in mano, è costituito da 4 stazioni meteorologiche: 1 stazione meteorologica visibilimetrica, 5 stazioni mareografiche per il monitoraggio dei parametri mareografici (maree e qualità dell’acqua) e 3 stazioni correntometriche con sensore ADCP sommerso. Siap+Micros, insieme a DZ-Engineering s.r.l., eseguirà il collegamento in fibra ottica presso tutte le stazioni con il centro computazionale e di controllo presente presso il porto di Ravenna. I dati rilevati saranno inoltre liberamente consultabili dai cittadini tramite un’apposita pagina WEB creata presso il sito: http://www.port.ravenna.it/.

Siap+Micros si sente orgogliosa di poter confermare ancora una volta la propria qualità, professionalità e piena conformità agli standard WMO e ISPRA (Istituto superiore per la protezione e la ricerca ambientale), offerte nel campo del monitoraggio ambientale.

Sistema di monitoraggio idrometrico del Fosso Vallerano

E’ stato firmato il contratto fra Siap+Micros e la società di gestione immobiliare del gruppo bancario BNP Paribas per la realizzazione del sistema di monitoraggio idraulico integrato del bacino del Fosso Vallerano, affluente del Tevere localizzato a sud di Roma (EUR-Castellaccio). Il sistema di monitoraggio prevede stazioni di misura idrometriche e pluviometriche connesse tramite UMTS/GPRS e radio ad un sistema di raccolta e stoccaggio dati.

La necessità del monitoraggio si configura nel più ampio progetto di riduzione del rischio idraulico insistente su Roma-EUR che comprende oltre al detto sistema di monitoraggio anche opere idrauliche di contenimento del rigurgito di piena del fiume Tevere.

Sistema di monitoraggio e di allarme del Rio Rudan in Comune di Vodo di Cadore (Belluno)

A seguito dell’aggiudicazione della gara d’appalto della Regione Veneto “Sistema di monitoraggio e allarme del Rio Rudan in Comune di Vodo di Cadore (BL)”, Siap+Micros ha attivato a partire dal primo semestre del 2019 l’installazione di tale sistema, che è stato progettato e realizzato presso la propria sede di San Fior (TV).

Il torrente Rudan defluisce dal monte Antelao ed è frequentemente soggetto a violenti fenomeni di colata detritica, potenzialmente interessanti la Strada Statale 51 di Alemagna, come l’evento del 6 Agosto 2018 che ha coinvolto uno scavatore in alveo. Il sistema è composto da una stazione pluviometrica a monte, un sistema di monitoraggio con corde a strappo a valle e un sistema di allertamento basato su sirene ad alta potenza situato sul campanile della frazione di Peaio e dei semafori; il tutto è interconnesso tramite doppia rete UMTS/Radio e monitorato dalla sede ARPAV di Marghera.

Il sistema oltre ad essere predisposto per la protezione della strada statale, funge principalmente da sistema di allerta per la popolazione del Comune di Vodo di Cadore.

AGU Fall Meeting 2019

Per la prima volta nella storia Osmos (Francia), Siap+Micros (Italia) e San Lien (Taiwan) saranno presenti insieme alla più importante e grande fiera scientifica la AGU in USA.

L’evento si terrà in San Francisco (USA) dal 9 al 13 Dicembre 2019 presso il Moscone Center. Durante questo evento saranno presenti importanti istituzioni come la NASA ed il NOAA, vari centri di ricerca, Università ed aziende private che analizzeranno i cambiamenti climatici ed i sistemi di monitoraggio atti a gestirli e prevederli in maniera efficace ed efficiente.

Vi attendiamo allo stand 1311 vedi il Floor Plan.

Per maggiori informazioni visitate il sito web di AGU Fall Meeting.

Futuro, presente e passato nel nuovo datalogger MicroDA

Siap+Micros amplia la proposta dei sistemi di acquisizione con il nuovo MicroDA. La massima flessibilità e capacità di calcolo in uno strumento dedicato ai monitoraggi puntuali.

Molto spesso, in campo, l’esigenza è quella di ottenere precisione e affidabilità senza un elevato numero di porte di comunicazione, pur mantenendo tutte le tipologie di interfacce A/D normalmente presenti in prodotti di fascia più alta. Per questo, Siap+Micros ha progettato e realizzato questo nuovo datalogger in grado di offrire elevate precisioni pur rimanendo Micro:

    •  nelle dimensioni;
    •  negli assorbimenti;
    •  nel prezzo.

Il nuovo MicroDA garantisce un’elevata flessibilità di utilizzo, consentendo di acquisire segnali in corrente, tensione, resistenza (Pt100), o segnali digitali (frequenza, contatore o stato). Grazie al processore ARM Cortex (32bit) di cui è dotato gli assorbimenti del dispositivo risultano molto più contenuti rispetto a quelli tipici dei datalogger con la stessa capacità di calcolo, rendendo lo strumento estremamente efficace anche nelle applicazioni in cui può risultare problematico garantire una corretta alimentazione del sistema.
Inoltre, il nuovo datalogger si configura anche come dispositivo di trasmissione e può essere fornito con modem LTE integrato.

HydrometAFRICA – Cairo 2019 – Stand 20

Siap+Micros quest’anno sarà presente a HydrometAFRICA 2019 al Cairo (Egitto), dal 18 al 22 febbraio.

Questo evento sarà un’importante vetrina in cui si incontreranno tutte le principali aziende manifatturiere nel campo idro-meteorologico, insieme ai rappresentanti di molti organismi africani pubblici e privati, interessati al campo della gestione ambientale e delle risorse idriche.

HydrometAFRICA rappresenta l’esposizione più importante per l’industria ambientale, idrologica e meteorologica nel continente africano.

Vi aspettiamo allo stand 20 dove vi mostreremo i nostri progetti più recenti, i prodotti, e dove discuteremo delle potenziali applicazioni dei nostri sistemi.

La compagnia britannica Varysian organizza HydrometAfrica in collaborazione con l’ente meteorologico egiziano (EMA).

Per ulteriori informazioni, visitare il sito Web di HydrometAFRICA 2019.