Allarme Acqua Alta a Venezia, monitorato e previsto l’evento eccenzionale dello scorso Novembre

Patrimonio dell’Unesco dal 1987, Venezia con i suoi canali, piazze e chiese rappresenta un motivo di vanto per l’Italia e gli Italiani. Posizionata all’interno della Laguna Veneziana, la città è un opera d’arte vivente che viene visitata da 25 milioni di turisti all’anno.

L’evento straordinario di “acqua alta” verificatosi recentemente a Venezia (vedi l’articolo: www.nytimes.com/2019/11/13/world/europe/venice-flood.html) ha evidenziato ancora una volta le problematiche generate dai cambiamenti climatici e la necessità di dotarsi di reti di monitoraggio idro-meteorologico efficienti ed accurate al fine di allertare prontamente le autorità e la popolazione.

Il termine acqua alta è un’espressione veneziana che indica il fenomeno dei picchi di marea particolarmente pronunciati che si verificano nella laguna Veneziana durante la stagione autunnale/invernale quando la marea astronomica, il vento di scirocco, il fenomeno della sessa in Adriatico (o anche tutti questi elementi) determinano un maggior afflusso di acqua nella laguna.

Il Centro Previsioni Maree svolge un importante ruolo in termini di centro previsionale della marea e del fenomeno “acqua alta” utilizzando dati provenienti da una rete di monitoraggio idro-meteorologico fornita e manutenuta da Siap+Micros S.p.A. all’interno della laguna Veneziana.

La necessità di eseguire un monitoraggio meteo-marino accurato, lo ha spiegato Alvise Papa (Resp. Centro Previsioni Maree) in una puntata di Linea Verde Life trasmessa nella giornata del 26 Ottobre. Al seguente link la puntata andata in onda su Rai Uno dove vengono anche ripresa la tecnologia fornita da Siap+Micros S.p.A.:
https://www.raiplay.it/video/2019/10/linea-verde-life—venezia-105fe3ce-a165-4cba-a15f-a8717c3654c4.html